Convegno Nazionale Ancrel

ANCREL . ASSOCIAZIONE NAZIONALE CERTIFICATORI E REVISORI DEGLI ENTI LOCALI

Ordine dei Dottori commercialisti ed esperti contabili di Oristano

Patto Territoriale Oristano Società Consortile a.r.l. in liquidazione

Amministrazione Provinciale di Oristano

Circoscrizione del Tribunale di Oristano Ente di Diritto Pubblico

Comune di Oristano

Regione Autonoma della Sardegna

 

CONVEGNO NAZIONALE

 “La corretta e integrale applicazione della contabilità armonizzata.

Opportunità e difficoltà per i controlli”

Rivolto ad Amministratori, al Personale e ai Revisori degli Enti Locali e alle

Società e alle Aziende loro partecipate

1 ottobre 2016 ore 8,30 .13,30

Hotel Mistral 2, via XX Settembre Oristano

Registrazione gratuita dei partecipanti ore 8,30 . 9

Si conferiscono 5 crediti formativi

SEGRETERIA ORGANIZZATIVA:

ANCREL ORISTANO Tel. 0783 92356 – 338 66123 http://www.ancreloristano.it.-http://www.clubdeirevisori.it

ANCREL NAZIONALE tel. 348/8161522 –  fax: 051-19901830 e-mail: info@ancrel.it – sito internet: http://www.ancrel.it

PTO: 0783 775061  fax 0783 192015 – segreteriapto@gmail.comhttp://www.siloristano.it

La stagione autunnale si apre con un importante evento promosso ad Oristano dall’Associazione nazionale Certificatori e Revisori degli Enti locali che organizza il 1 ottobre 2016 a partire dalle ore 8,30 presso la sala convegni Mistral 2 in via xx settembre a Oristano, il convegno nazionale Ancrel su “la corretta e integrale applicazione della contabilità armonizzata. Opportunità e difficoltà per i controlli.”

Una due giorni organizzata in collaborazione con l’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Oristano e il PTO Patto Territoriale di Oristano che parte venerdì 30 settembre alle ore 17,00 presso la sala dell’O.D.C.E.C. di Oristano con l’assemblea annuale e prosegue l’indomani con un programma molto nutrito e articolato.

Inaugurano il Convegno nazionale: Antonino Borghi – Presidente Nazionale ANCREL  Maria Carla Manca – Presidente Sezione Provinciale di Oristano, Remigio Enrico Maria Sequi – Presidente O.D.C.E.C. Oristano, Guido Tendas Sindaco di Oristano, Giuseppina Uda – Assessore al Bilancio Comune di Oristano, Cristiano Erriu – Assessore Enti Locali Regione Sardegna, Presidente ANCI Sardegna, Pier Paolo Vargiu – Funzionario M.E.F. Ragioneria Generale dello Stato Oristano Davide di Russo – Vice Presidente Consiglio Nazionale CNDCECI. I lavori della giornata saranno aperti dalle relazioni del Presidente Nazionale ANCREL, Antonino Borghi, dall’Ispettore Generale, capo I.Ge.P.A. Salvatore Bilardo e seguiranno gli interventi del Direttore Centrale Finanza Locale Giancarlo Verde, il Presidente della Sezione di Controllo Corte dei Conti della Sardegna, il professor Francesco Petronio Stefano Pozzoli dell’ Università Parthenope di Napoli, il Presidente Onorario Ardel Francesco Bruno e il  Dottor Sergio Moretti, componente esecutivo ANCREL. I temi della Riforma al centro del convegno saranno coordinati dalla presidente della sezione provinciale Ancrel di Oristano la dottoressa Maria Carla Manca e sarà affidato il compito di moderare gli interventi al dottor  Massimo Venturato, delegato alle pubbliche relazioni ANCREL. Il convegno si configura come un servizio di pubblica utilità, pratico e operativo e come strumento informativo e formativo per gli specialisti del settore. Dal 2017 tutti i Comuni con più di cinquemila abitanti dovranno presentare il bilancio adottando le tecniche di consolidamento e mettendo insieme i valori dell’ente con le società e gli organismi partecipati. “Questo appuntamento- spiega la dottoressa Maria Carla Manca-è importantissimo per indagare e conoscere le procedure e le modalità necessarie che bisogna fornire agli stakeholders e ai soggetti specialistici che hanno rapporti con l’ente al fine di individuare una rappresentazione veritiera della realtà. Dal 2018 – prosegue la presidente Ancrel di Oristano- tutti gli enti dovranno dotarsi del nuovo documento di armonizzazione contabile che ha lo scopo di restituire la situazione effettiva che tiene conto di tutti i valori patrimoniali dell’ente e di tutti gli organismi partecipati. In sintesi, il bilancio consolidato, deve fornire dati e una situazione obiettiva e questo convegno farà chiarezza sugli strumenti e i sistemi da adottare e mettere in atto” .

“Il convegno nazionale è cofinanziato dal Programma Aggiuntivo 2015-2016 del PTO, Intervento 2.1 Formazione ed informazione per EE.LL. e sistema imprenditoriale, finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per le Politiche di Coesione”.

  Il patrocinio è del Comune di Oristano, la Regione Sardegna e la Provincia di Oristano con il contributo di Siscom (software per Comuni ed Unione dei Comuni) e Gruppo 24 ore.

Il convegno nazionale Si configura quindi come un servizio che offre strumenti operativi e utili agli amministratori e ai professionisti del settore. L’invito a partecipare è esteso a tutti gli utenti regionali per la mattina di sabato 1 ottobre 2016. L’evento è a carattere gratuito e si conferiscono 5 crediti formativi. I lavori si svolgono dalle ore 8,30 alle 13,30 dopo aver effettuato le registrazioni dei partecipanti. Per la consultazione del programma e per gli aggiornamenti  http://www.ancreloristano.it

Nota: L’ANCREL Nazionale è presieduta da Antonino Borghi, conta oltre 1.000 soci in tutta Italia ed è ritenuta l’unico punto di riferimento per i Revisori degli Enti Locali dal Consiglio Nazionale dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili che ha siglato già dallo scorso anno un importante accordo collaborativo.

L’ANCREL Sezione Territoriale di Oristano presieduta dalla dottoressa Maria Carla Manca con i componenti del Direttivo: dottor Remigio Sequi, dottor Francesca Orro, dottoressa Cecilia Serra, dottoressa Rita Boe, dottoressa Lucia Biagini, dottoressa Antonella Congiu, dottoressa Stefana Pilloni, dottoressa Elisabetta Lay, è lieta di ospitare l’Ancrel Nazionale per l’importante convegno nazionale che sarà un valido supporto per i Revisori e i funzionari della Pubblica Amministrazione in questo contesto straordinario di riforma.

CONVEGNO NAZIONALE ALBERGHI DIFFUSI SARDEGNA

Un biglietto da visita per gli Alberghi diffusi della Sardegna

Uno strumento editoriale che restituisce la realtà degli Alberghi diffusi in Sardegna prodotto dal Patto Territoriale di Oristano.

ALBERGHI DIFFUSI_COP.jpgALBERGHI DIFFUSI SARDEGNA

Coordinamento progetto: Remigio Sequi, Liquidatore PTO

Coordinamento generale: Luisa Carta, Antonio Ladu, Maria Carla Manca, Ilias Tasias

Segreteria: Annalisa Corona, Alessandra Salis

Coordinamento scientifico: Giancarlo Dall’Ara

Coordinamento editoriale: Bianca Laura Petretto

Grafica e layout: Sofia Arango Echeverri

In copertina

la fotografia dell’opera Papàveres n. 2, 2014, Sardegna, Italia, olio su carta di Lucía Vaca

Nel sommario

6 PREMESSA

8 INTRODUZIONE

10 MAPPA SARDEGNA

12 Àghinas

16 Antica Dimora del Gruccione

20 Aquae Sinis

24 Corte Fiorita

28 Il Mandorlo

32 Maison Tresnuraghes

36 Mannois

40 Monte Granatico

44 Omu Axiu

48 Sardinna Antiga

52 Villa Asfodeli

Lo strumento editoriale del Convegno Nazionale “Alberghi diffusi Sardegna” è realizzato nell’ambito dell’intervento 3.2 “Promozione dell’Albergo Diffuso”, del Programma Aggiuntivo 2015-2016 del PTO, finanziato dal Dipartimento per le Politiche di Coesione della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

copyright. PTO Oristano, giugno 2016.

Stampa S’ALVURE di M. Pulisci Oristano

 

Con il patrocinio della Regione Autonoma della Sardegna

REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA   REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA

ASSESSORADU DE SU TURISMU, ARTESANIA E COMMÈRTZUASSESSORATO DEL TURISMO, ARTIGIANATO E COMMERCIO

 

PTO Patto Territoriale Oristano

Provincia Oristano

Associazione Nazionale AD

ANSA Alberghi diffusi Sardegna, impressioni in rete sul convegno nazionale che si è svolto oggi a Cabras

http://www.ansa.it/canale_viaggiart/it/regione/sardegna/2016/06/24/si-lavora-a-rete-per-alberghi-diffusi_586d2e3f-2233-4a47-8429-d6b60fe216b3.html

http://www.ansa.it/sardegna/notizie/speciali/2016/06/23/albergo-diffuso-si-lavora-per-una-rete-nazionale_a3fb6272-914f-467b-bffe-861abf72d396.html

http://www.ansa.it/sardegna/notizie/speciali/2016/06/23/albergo-diffuso-luoghi-di-accoglienza-nel-cuore-dei-borghi_03dd6894-fa8b-4856-9ea6-07f605ba4114.html

http://www.ansa.it/sardegna/notizie/speciali/2016/06/23/patto-territoriale-oristano-unagenzia-volano-di-sviluppo_2b210c75-9071-430d-b29e-fb9ffe666e28.html

ALCUNI dicono di noi:

LA NUOVA

http://lanuovasardegna.gelocal.it/oristano/cronaca/2016/06/25/news/verso-una-rete-nazionale-dell-albergo-diffuso-1.13723050

ANSA VIAGGIART

http://www.ansa.it/canale_viaggiart/it/regione/sardegna/2016/06/24/si-lavora-a-rete-per-alberghi-diffusi_586d2e3f-2233-4a47-8429-d6b60fe216b3.html

MIBACT

http://www.travelnostop.com/news/ospitalita/alberghi-diffusi-prossimo-step-creare-una-rete-nazionale_135075#.V3UcJnnnCls.twitter

 

foto di Alessandra Guigoni.
 Alessandra Guigoni

7 h ·facebook

L’albergo diffuso non è un prodotto ma un processo : ) un processo finalmente, dove chi accoglie e chi è accolto si incontrano, dialogano, crescono, cambiano. Non ci interessa un turismo da milioni di ospiti, che non sarebbe sostenibile e responsabile, ma un turismo di esperienze culturali, enogastronomiche, dove chi ospita non vive prigioniero della propria Disneyland o nella riserva indiana ma e’ protagonista dello sviluppo locale. Con le produzioni agroalimentari certo ma soprattutto con la propria identità. Orgoglio.

Silvia Matzeu Io sogno un turismo ispirato al modello della GB. E tra tutti l’ultima esperienza sull’Isola di Skye. Dove anche i cottage per le vacanze vengono classificati in base ai loro confort, dove entrarci non si limita al freddo gesto di consegna delle chiavi di casa ma è proprio da quelle quattro mura che inizia il tuo viaggio e si pianificano le tue giornate. Persone che sanno trasmetterti l’amore per la loro terra, che fungono da guide perché conoscono le risorse che la caratterizzano e sono in grado di raccontartele. E poi le guide cartacee a disposizione, i libri degli ospiti con tutti i consigli di chi ti ha preceduto. Finalmente si ritorna a viaggiare senza dover sempre avere un telefono di ultima generazione da dover consultare. E poi entrare dentro una casa calda e accogliente, trovare un cesto di prodotti tipici locali, il pane caldo appena sfornato, i biscotti al burro e il burro salato. Siamo noi che scegliamo il turista che vogliamo accogliere. Sono anni che ripeto che un turismo d’élite non è solo fatto di alberghi di lusso sul mare, che la Sardegna non deve essere questo ma seguire il suo istinto naturale che ci rende unici. Quello dell’accoglienza calda face to face.
foto di Emilio Casalini su facebook 
alberghi diffusi casalini6_n

WORKSHOP TECNICO: TURISMO 2030 . Operatori turisti oristanesi a confronto in una prospettiva operativa internazionale

SETTIMANA ALL’INSEGNA DEL TURISMO INTERNAZIONALE PER IL PTO DI ORISTANO.

SI PARTE LUNEDI 20 GIUGNO CON IL WORKSHOP TECNICO E SI CONCLUDE

VENERDI 24 GIUGNO CON IL CONVEGNO NAZIONALE ALBERGHI DIFFUSI SARDEGNA

Il primo appuntamento con gli operatori dell’Oristanese che si confrontano con il turismo internazionale si apre il 20 giugno 2016 con il workshop tecnico Turismo 2030, un’occasione per discutere sul posizionamento turistico della provincia di Oristano nel contesto internazionale. Hanno partecipato numerosi gli operatori turistici sia alla sessione plenaria che ai tavoli tematici che la Smeralda Consulting ha gestito con i suoi coordinatori, su incarico del PTO che organizza l’evento, rendendo l’incontro tecnico operativo e dialettico attraverso un’ animata job rotation che ha fatto emergere molti punti di forza e di debolezza del settore.

La dottoressa Cristina Mele ha spiegato che il workshop tecnico intende essere una proposta concreta nel panorama del turismo, uno strumento per gli operatori che li rende protagonisti. Attraverso la loro partecipazione attiva si intende tracciare una mappa della visione futura del turismo nell’isola e in particolare nel territorio di Oristano attraverso l’esperienza di chi opera sul campo.

L’obiettivo è quello di costruire linee guida, un report che dal lavoro degli operatori fornisca alle istituzioni documenti che diano conto, in termini reali, della situazione esistente del sistema turistico oristanese in una prospettiva internazionale.

I lavori si sono svolti con una dialettica accesa e partecipata dove tutti gli operatori hanno espresso e portato le esperienze che quotidianamente verificano sul campo. Sono emerse le difficoltà a individuare un’offerta turistica sistematica, organica e coordinata, così come  sono state individuate le eccellenze del territorio che spaziano dal mare, all’enogastronomia, all’offerta di nicchia dell’artigianato, dei percorsi a cavallo, in bici, alle proposte benessere sino agli itinerari culturali, archeologici e artistici. Tutti i partecipanti evidenziano la necessità di un contenitore, di un coordinamento che possa proporre, con un progetto organico di comunicazione, le offerte in rete con suggestioni che poi trovino un riscontro reale nei servizi  garantiti, non solamente dal Pubblico, ma anche dai privati.

 

 

Convegno nazionale Alberghi diffusi Sardegna Cabras 24 giugno 2016 ore 9,30 . 13,30 – Centro polivalente, via Tharros, 121

 

Copertina Albergo diffuso okNella Penisola del Sinis si danno appuntamento a Cabras gli operatori turistici, gli specialisti e gli esperti il prossimo 24 giugno 2016, presso il Centro Polivalente, via Tharros, 121 per un importante evento, il Convegno nazionale Alberghi diffusi Sardegna, promosso e organizzato dal PTO Patto territoriale Oristano e Provincia di Oristano con la collaborazione dell’Associazione Nazionale Alberghi Diffusi. I lavori inizieranno alle ore 9,30 per terminare alle ore 13,30 e sarà l’occasione per presentare in modo unitario gli operatori degli Alberghi diffusi della Sardegna, per dialogare e per portare avanti una strategia e un’immagine comune che ponga le basi per costituire la rete nazionale e conseguentemente internazionale delle realtà imprenditoriali che rendono la Sardegna leader del settore. Faranno gli onori di casa il Comune di Cabras con l’Assessore al Turismo Alessandro Murana e il P.T.O. Patto Territoriale Oristano con il Liquidatore Remigio Sequi. I lavori del convegno li coordina la dottoressa Anna Paola Iacuzzi e introduce il Presidente Associazione Nazionale Alberghi Diffusi, professor Giancarlo Dall’Ara tracciando lo “Scenario attuale e le prospettive future degli Alberghi Diffusi”. Molti gli interventi nazionali e internazionali: “L’albergo Diffuso visto dal Giappone” un tema trattato da Megumi Nakahashi, esperta di Alberghi diffusi; “Le normative sull’albergo diffuso” affrontate dall’ Avv. Gennaro Pisacane, Presidente degli albergatori di Amalfi; – I rapporti tra distribuzione e organizzazione degli Alberghi diffusi con riferimento alla Sardegna” saranno esposti dal Presidente Fiavet, Sardegna, Gian Mario Pileri. Il  giornalista Emilio Casalini parlerà di “Genius loci e narrazione identitaria. L’autenticità che il mondo desidera scoprire e noi non siamo in grado di offrire”. E’ confermata la presenza del Presidente regionale Federalberghi, Paolo Manca  e sarà dato ampio spazio agli interventi degli operatori degli Alberghi diffusi con il primo contributo su la gestione dell’albergo diffuso in Sardegna, dell’architetto Pierluigi Mele, operatore AD della provincia di Oristano. Concludono i lavori l’ Assessore regionale al turismo della Sardegna Francesco Morandi, la Consigliera per il Turismo Sostenibile,Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, Ottavia Ricci e il Consigliere, Capo Dipartimento per le Politiche di Coesione presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, Vincenzo Donato. Il progetto che il PTO sta realizzando, nell’ambito dell’intervento 3.3 “Formazione e informazione del Sistema turistico provinciale”, del Programma Aggiuntivo 2015-2016, finanziato dal Dipartimento per le Politiche di Coesione della Presidenza del Consiglio dei Ministri., pone le basi per gli operatori per agire in rete e concretamente con una proposta di ricerca e di studio che ha l’obiettivo di coinvolgere i gestori degli alberghi diffusi, di rafforzare la rete degli operatori, di contribuire a uniformare la normativa, di preparare gli strumenti normativi e strategici, per registrare e avviare una concreta azione coordinata dell’offerta turistica di eccellenza con un piano di diffusione e di marketing. La Sardegna può diventare un riferimento nazionale e internazionale poiché è la prima Regione che ha regolato l’albergo diffuso, detiene un primato nel mondo che va valorizzato anche come marketing, si può creare un modello e a livello nazionale, la Sardegna è leader. Si tratta di un patrimonio e di un esempio di sviluppo territoriale basato sulla sostenibilità, che gli operatori hanno evidenziato, sulle piccole comunità che devono agire in rete, sulle risorse delle aree interne e sul turismo dei borghi. “Abbiamo adottato lo slogan lanciato dal professor Francesco Morandi, l’Assessorato al Turismo della Regione Sardegna, persone oltre le case,- afferma il Liquidatore del PTO- per sostenere che l’Albergo diffuso nasce, cresce e si sviluppa grazie alle persone che investono e ci credono”. Il PTO ha realizzato per il Convegno nazionale uno strumento editoriale che riunisce, per la prima volta, gli Alberghi diffusi della Sardegna -specifica il dottor Remigio Sequi- e restituisce un primo documento di informazione e comunicazione che dà conto della realtà esistente in Sardegna di questa offerta di eccellenza che privilegia il territorio di Oristano. Con tali azioni il PTO ha portato a compimento i programmi previsti e ha svolto un servizio per la collettività che potrà avere le sue ricadute nel tempo”. L’Albergo diffuso è quindi un prodotto nuovo e forte e si può candidare per un forum dell’accoglienza nazionale e internazionale che sostenga la rete d’impresa attraverso la promozione degli Alberghi diffusi. Il Convegno nazionale Alberghi diffusi Sardegna è un appuntamento concreto e operativo con la costituzione della rete degli alberghi diffusi basato sulla condivisione, l’innovazione, la sostenibilità, l’accoglienza e sull’eccellenza imprenditoriale.